Quanto dannosa e dispendiosa è la cottura con forno a microonde tanto salutare e conveniente è la cottura in lavastoviglie.

Questa affermazione può sembrare assurda perché milioni di famiglie utilizzano l'ormai indispensabile forno a microonde, considerandolo un elettrodomestico moderno, funzionale e pratico da usare, mentre sono rarissime le persone che hanno solo sentito parlare della possibilità di cuocere i cibi all'interno della lavastoviglie.

Eppure già negli anni '70 si cominciò a sviluppare negli Stati Uniti il Dishwasher Cooking, cioè la possibilità di inserire alimenti in questa macchina,sfruttando il calore che produce durante il lavaggio delle stoviglie, per cuocere alimenti.

In Italia la Food Blogger Lisa Casali, amante della eco-cucina, ha addirittura scritto un libro sull'argomento.

Praticamente se vi rimane un po' di spazio tra piatti e pentole, come sempre accade in ogni "caricamento", potete inserire dei barattoli a chiusura ermetica oppure sacchetti per il sottovuoto debitamente sigillati e sfruttare a costo zero il calore prodotto durante il lavaggio per la cottura.

Oltre al risparmio energetico otterrete cibi sani, cotti a basse temperature, che manterranno inalterate le loro proprietà nutrizionali, a differenza delle cotture al microonde in cui onde elettromagnetiche agiscono sulle molecole degli alimenti modificandole e rendendole non identificabili dal nostro DNA.

I lavaggi prevedono programmi che vanno dai 45° ai 75° centigradi ed il principio è quello delle cotture a basse temperature per lungo tempo, il cosiddetto Slow Cooking, molto di moda anche nei ristoranti stellati.

Con questo sistema potete cuocere verdure, uova, pesce e perfino carni... provare per credere !

Anzi, sarò curioso di ricevere riscontri sui vostri esperimenti, e magari ricette che avrete provato, nel forum di questo sito, dove poter scambiare opinioni ed idee su tutto ciò che riguarda la salute e il benessere.